Gli Italiani tra i protagonisti europei del Music Travel: un’indagine di Volagratis.com svela i comportamenti degli italiani tra viaggi e rotte musicali

  • I video musicali sono fonte d’ispirazione nella scelta delle destinazioni di viaggio;
  • Millennial italiani disposti a volare migliaia di chilometri per parteciapre a un concerto o a un evento musicale;
  • Italiani i più restii d’Europa a confidare i loro gusti musicali legati alle vacanze, soprattutto se “kitsch”;
  • Per tutti i fan e sostenitori del Music Travel, Volagratis.com e Spotify hanno realizzato il progetto  #MusicMakesYouTravel.

Che sia pop, rock, latino-americana, rnb o classica non c’è dubbio, per gli italiani la musica e le vacanze vanno di pari passo. Tant’è che – secondo un’indagine* condotta da Volagratis.com –  per il 95% degli italiani intervistati la musica stimola la volontà di allontanarsi e fuggire dalla routine quotidiana e contribuisce a farci sentire in modalità “vacanza”, molto più che per inglesi (67%) e francesi (89%) e appena sopra gli spagnoli, a quota 94%.

E se già sapevamo della passione dei nostri connazionali per i viaggi e la musica, ciò che di nuovo emerge dal sondaggio non è solo la capacità della musica di innescare la voglia di viaggiare, ma soprattutto del suo potenziale nell’influenzare le scelte di viaggio. Chi non ha mai sentito il richiamo di visitare la West Coast ascoltando Californication dei Red Hot Chili Peppers o di volare a Londra sulle note dei Beatles o a Los Angeles su quelle di La La Land?

Gli italiani che dichiarano infatti di sentirsi ispirati a viaggiare da una canzone o da un video musicale sono il 78%, secondi in Europa soltanto agli spagnoli (82%) e davanti ai francesi con il 75%. Non solo, il 50% del campione intervistato sarebbe pronto a fare la valigia per visitare un luogo storico legato alla musica o per assistere a un famoso spettacolo musicale, con i millenial che tra gli italiani sono il gruppo più propenso a percorrere lunghe distanze per dare sfogo alle proprie passioni legate alla musica: il 18% dei giovani adulti tra i 25 e i 34 anni infatti sarebbe disposto a viaggiare oltre i 2000 km per partecipare a festival, eventi musicali e concerti. Ed è proprio la volontà di partecipare al concerto del proprio artista preferito o di vivere l’esperienza dei più noti festival musicali europei ciò che, con il  60% delle preferenze, attira maggiormente i music traveller italiani, mentre il desiderio di visitare siti storici legati alla musica come Abby Road a Londra, Woodstock a NYC o la tomba di Jim Morrison a Parigi raccoglie i consensi del 42% degli intervistati.

Ma l’interesse e la voglia di musica degli italiani quando viaggiano va ben oltre e i nostri connazionali si scoprono attenti pianificatori: prima di partire quasi il 90% si documenta sulla scena musicale locale del paese che andrà a visitare e raccoglie informazioni su club, festival, artisti e canzoni locali mentre quasi in quattro su cinque (78%) preparano specifiche playlist da ascoltare mentre sono in vacanza, più che gli spagnoli (74%), i francesi (58%) e gli inglesi (36%).

L’indagine di Volagratis.com rivela anche alcuni elementi “inaspettati” legati ai gusti degli italiani in campo musicale. Sarà per il culto dei classici tormentoni estivi o forse per un’attitudine “malinconica”, in ogni caso i dati parlano chiaro: siamo i primi in Europa – seguiti da Spagna (70%), Francia (63%) e UK (50%) – a custodire segretamente il ricordo delle canzoni ascoltate e cantate in vacanza: da Andiamo a Comandare di Fabio Rovazzi a Despasito di Luis Fonsi, da We no speak americano di Yolanda Be Cool a Duele el corazon di Enrique Iglesias, il 77% degli italiani ha confessato di “vergognarsi” di alcune delle canzoni tipicamente estive incluse nella propria playlist, mentre il 21% ha anche dichiarato di avere un debole per le canzoni kitsch.

“Leghiamo alla musica molte delle nostre sensazioni ed emozioni così come lo facciamo con i posti che visitiamo e con le esperienze che viviamo quando viaggiamo. E non a caso quello che emerge dalla nostra indagine è che per gli italiani musica e viaggi sono due facce della stessa medaglia: la musica contribuisce ad accendere la loro voglia di viaggiare ed è per loro fonte di ispirazione quando si tratta di scegliere la prossima destinazione delle loro vacanze. Con il nostro progetto #MusicMakesYouTravel siamo felici di dare loro una mano per poter seguire due delle loro più grandi passioni” ha commentato Yannic Pluymackers, Marketing Director di lastminute.com group.

Proprio nell’ottica di supportare coloro che si fanno trasportare dalla musica, Volagratis.com ha infatti creato, insieme con Spotify un mini sito, #MusicMakesYouTravelhttp://music.volagratis.com/ dove i ‘melomani’ potranno trovare le mappe interattive di alcune delle città più importanti dal punto di vista musicale con i relativi luoghi d’interesse, speciali playlist appositamente create per fare da colonne sonore ai diversi itinerari musicali e guide delle città personalizzate da 6 artisti di fama internazionale.

Bianca Geddes da Filicaia  PR21

Copyright photo: lastminute.com group. – Volagratis

Bioviaggi pubblica gratuitamente articoli, recensioni, comunicati stampa.
Lo staff di Bioviaggi provvede ad approvare il testo inviato e a pubblicarlo.
L’impegno di Bioviaggi è completamente a titolo gratuito.

Shares
Share This